Dal prossimo venerdì verrà aperta una serie di contest, con cadenza regolare ogni due tre settimane, dedicata alla ricerca dello straordinario nell'ordinario, ogni contest di questa serie sarà identificato con Wonderland (il paese delle meraviglie di Alice). Questi temi saranno ispirati ad un workshop che ho seguito anni fa a New York e parzialmente riadattati per questo sito.

Non metterò la regola del "vietato fotomontaggi" perché risulta solo una perdita di tempo per me cercare di rincorrere chi vuole imbrogliare. L'obiettivo però è di trovare veramente qualcosa di speciale, che rispetti il tema proposto, nel mondo di tutti i giorni, quindi sconsiglio i fotomontaggi o l'utilizzo di filtri o effetti speciali artificiali, perché vi rovinerebbero il divertimento.

Non ho mai sentito il bisogno di migliorare il mondo nelle mie foto perché il mondo è già abbastanza spettacolare così com'è. (William Eggleston)

Durante il workshop ci sono stati presentati moltissimi autori, ne riporto un paio e collego i libri che conosco o che reputo migliori.

William Eggleston

Uno dei fotografi principali che è sicuramente riuscito a trovare lo straordinario nell'ordinario è William Eggleston, una delle fotografie più iconiche è il triciclo che è anche la copertina del libro William Eggleston's Guide, una collezione di quarantotto fotografie scattate tra il 1969 e il 1971 a Memphis, città natale dell'autore.
Interessante anche il libro Polaroid SX-70, la riproduzione di un album con 56 fotografie scattate con questa macchina fotografica cult. Ovviamente Eggleston si è occupato anche di altro, ad esempio di ritratti, pubblicati nel libro Portraits.
William Eggleston

Joey Meyerowitz

Un altro fotografo sicuramente da non perdersi è Joey Meyerowitz, attivo anche su Instagram, e autore di diversi libri e guide tra cui consiglio sicuramente la sua retrospettiva Where I Find Myself, ma anche il libro Guarda! La fotografia spiegata ai ragazzi può contenere spunti interessanti per tutti (e magari diventare un ottimo regalo), riprendendo le sue parole:

Ho scelto le fotografie che vedrai in questo libro con la speranza che le cose che vi troverai ti spingeranno ad aprire gli occhi e la mente, a guardare il mondo intorno a te sotto una nuova luce. Queste fotografie di persone e di animali, di paesaggi e di vita di strada sono piene di ironia, mistero, sorpresa e mostrano che qualsiasi istante, in qualsiasi giorno, è in grado di illuminare la tua mente con il lampo dell'intuizione. Quel momento, quello sguardo e come un risveglio.
Joey Meyerowitz

Wonderland


Commenti (7)

RedazioneFotocontest [reply:gwcCAA]Appunto... ha rappresentato un oggetto normale in modo inconsueto per renderlo straordinario :) sarà un trucco facile, ma ci ha pensato prima lui di tanti altri
1 mese fa 
4Stagioni Perfetto, ho capito, grazie.
1 mese fa 
Surimi [reply:ggcCAA]Ovviamente avevo compreso che Wonderland non fosse il tema del contest! Un pò meno chiaro cosa si debba rappresentare. Sinceramente, non vedo niente di straordinario nel triciclo in questione. E' ovvio che ci sia una distorsione dovuta al punto di ripresa dell'oggetto che lo fa apparire più grande. Comunque al massimo salto tanto, a questo ritmo, diventa difficile, almeno, per me, stare dietro a tutti questi contest.
1 mese fa 
RedazioneFotocontest [reply:fwcCAA]Wonderland non è il tema ma il nome della serie di contest. Per il #775 un esempio di come "trasformare l'ordinario in straordinario" è la fotografia di Eggleeston del triciclo che vedi sulla copertina del libro: è un normalissimo triciclo, non ha usato né photoshop (perché non c'era nemmeno) né altro, ha solo usato una prospettiva diversa per trasformare un triciclo normale in uno gigantesco.
1 mese fa 
RedazioneFotocontest [reply:fgcCAA]Per ora c'è solo un contest, questo iniziale è piuttosto libero, altri saranno più specifici ma verranno annunciati man mano :)
1 mese fa